GLI OCCHI DI CHI VIAGGIA

Gli occhi di chi viaggia sono molto più sereni.
Sono gli occhi di chi è lontano dalla propria vita, dai propri problemi. 

Nel viaggio non c’è spazio per il passato.


Quando si cambia così tanto realtà, la mente non trova ancore a cui aggrapparsi per riportarti nei soliti turbamenti. Certo il passato è ancora lì da qualche parte e probabilmente sta aspettando pronto e vigile che tu metta piede fuori dall’aereo del ritorno.

Ma qui è lontano.

Qui tutto è possibile, anche inventarsi una vita nuova.
Anche ricordare un passato diverso se si vuole, perché non c’è nessuno a puntualizzare che non è vero e quindi quello a cui vuoi credere diventa reale.

quello a cui vuoi credere diventa reale

Il passato è così, è reale perché noi lo ricordiamo, ad ogni passo lo riconfermiamo e così facendo quel passato diventa anche il nostro futuro, perché sembra impossibile poter essere diversi da come siamo.

Ma nel viaggio si è liberi.

Da soli, lontani da casa, lontani dalla maschera che siamo abituati ad indossare e dalle persone che ogni giorno si assicurano che sia sempre al suo posto, possiamo imparare chi veramente siamo.
Possiamo scrollarci di dosso i limiti che ci siamo imposti e oltre ai quali non ci consentivamo di andare, perché nessuno se lo aspettava e quindi era anche per noi normale pensare che non ce la potessimo fare.

In viaggio ognuno è libero di reinventarsi, di scoprirsi:
il debole può essere leader e per tutti è come se lo fosse sempre stato.
La ragazza insicura può essere affascinante e per tutti sarà sempre stata quello.
Il ragazzo per bene può essere scapestrato e nessuno rimane deluso.

Tutti vengono accettati per quello che sono e per quello che danno o non danno e nessuno si aspetta niente, nessuno rinfaccia alcunché.

Ecco perché il viaggio è libertà, perché si è uguali anche se diversi e si è liberi di non essere uguali.

Ma soprattutto liberi di essere diversi da se stessi.

E si, perché la verità è che non sono gli altri che rendono la nostra vita difficile, che ci privano della gioia, che ci tarpano le ali. Meno male che ci sono gli altri, sennò quale alibi potremmo trovarci per la nostra scelta di rimanere attaccati al dolore?
Perché il punto è proprio questo, noi siamo dipendenti dal dolore, è l’unica certezza che abbiamo, rimaniamo attaccati alla sofferenza con le unghie e con i denti.

Se gli altri hanno una colpa è solo quella di consentirci di credere che la vita sia dura.

Se è vero che Dio si cela in ogni cosa, in ogni volto, allora Dio ci ama proprio tanto, così tanto che se gli chiediamo di trovarci un colpevole lui ce ne trova cento che ci dimostrino che abbiamo ragione. Che ci trattino come scarpe vecchie. Che ci tradiscano. Che ci mentano. Che ci abbandonino.
E lo fa perché noi, guardandoci indietro, mai dovremo pensare di aver sbagliato, mai dovremo sentire che è stata colpa nostra se abbiamo incrociato nel nostro cammino persone così vigliacche.

E si, Dio di sicuro ci ama fino al punto di darci sempre quello che chiediamo, dei colpevoli.

Ma quando sei in viaggio, la colpa non esiste. Non esiste più, perché abbiamo bisogno di colpevoli solo quando siamo noi i primi a sentirci in colpa. Quando ci vergogniamo di noi stessi perché una vocina ci dice che ci siamo arresi, che stiamo barattando la nostra vita per una prigione sicura.

In viaggio no.

Gli occhi di chi viaggia sono come gli occhi di un bambino, luminosi, attenti, vivi.
Sono occhi innocenti, non perché chi viaggia non abbia mai sbagliato, ma perché qui non c’è posto per la colpa, per la vergogna.

Mentre viaggi sei sereno, sei in pace, perché senti di trovarti esattamente dove dovresti essere.

Nel pieno della vita.

I MIEI LIBRI


IL GUSTO DELL'ANIMA di Georgia Briata
Questa è la storia, sotto forma di romanzo, di come ho realizzato il mio Sogno. 
Spero che le mie parole siano di conforto quando la fiducia vacilla, perché c'è qualcosa che ci spinge ad andare avanti anche quando sembra non avere più un senso: Il Sogno.
CLICCA qui e vai alla scheda del libro per acquistarlo o saperne di più


BASTA IL MARE di Georgia Briata

Una favola per adulti
che hanno bisogno
di imparare




Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Nessun commento:

Posta un commento