QUEL LUOGO SPECIALE NEL MONDO e DENTRO DI TE

Perché Thailandia?

È l'ennesima volta che vengo in Thailandia. Ogni volta che posso, che ho dei soldi, che ho delle settimane, vengo qui. Ma spiegare il perché non è facile.

La prima volta è stata nel 2007 subito dopo essermi licenziata dall'ufficio per realizzare il mio SOGNO, anche se allora non avevo idea di quale fosse, ed è stata la linea di confine rispetto ad una vita che non sentivo più mia. Lasciata quella vita, girato la Thailandia per quasi tre mesi, a quella vecchia vita fatta di ufficio, routine e treno di pendolari, non sono più riuscita a tornare. 
Questo paese mi ha fatto qualcosa, un incantesimo… O forse una maledizione… non lo so, so solo che ogni volta che torno a casa, dopo un certo periodo, a volte mesi, a volte anni, ad un certo punto la Thailandia diventa una malattia. I ricordi iniziano a diventare dolorosi e l’unica cosa che posso e riesco a fare è tornare.

Ma che cos'è la Thailandia per me?

Rappresenta quel luogo dentro di me in cui tutto è possibile, in cui vive la magia, in cui avvengono i miracoli, solo che lo vivo all'esterno. Posso interagire con le cose, con le persone, posso partecipare al miracolo. Posso essere il miracolo.

Tutti hanno dentro di sé un luogo del genere e tutti hanno nel mondo un luogo che corrisponde esattamente a quello spazio interiore, uno spazio in cui potersi guarire, conoscere, amare. Tutti hanno quel luogo speciale, solo che non lo sanno perché magari non ci sono mai arrivati.

Ma io si.

Come si può vivere una vita sapendo che quel luogo esiste e non fare di tutto per tornarci, almeno di quando in quando?
Ma ancora di più, come si può vivere senza trovare quel luogo? 
Come si può vivere senza conoscere mai quel se stesso felice, rilassato, sano, nel massimo potenziale, nel massimo della fiducia?…
Come si fa?
O forse è meglio non scoprirlo mai e continuare a credere di essere quello che ci hanno insegnato che siamo?...

Quello che è certo è che a me non è più concesso rimanere nel dubbio, quella pagina, in quel libro, l’ho già girata, l’ho già letta e non posso più far finta che non esista.

Non so se è il luogo o l’alchimia del luogo con la mia energia, ma dopo qualche settimana, spesso addirittura dopo qualche giorno, il mio corpo inizia a cambiare.
Il mio viso, la mia salute, tutto sembra tornare ad una sua ancestrale armonia, tutto inizia a muoversi come secondo un’antica danza perfetta, semplice, fatta di piccole cose dolci, pulite, sentite, che mi nutrono. 

E non è perché qui le preoccupazioni sembrano appartenere ad un altro universo, ma perché qui nessuno ha bisogno di essere niente di diverso da ciò che è, qui nessuno ha bisogno di cercare di conquistare niente, di conquistarsi il diritto di vivere.

Eppure questa Thailandia è sempre diversa e così io.
Spesso mi trovo a confrontare i ricordi di quella prima incredibile esperienza, con la realtà di una Thailandia che è tutto tranne che perfetta, piena di fortissimi contrasti, di giochi continui tra la luce e l’ombra dei thailandesi e della loro cultura.

Ogni volta l’illusione di aver trovato un paradiso si diluisce un po’, come quel vestito che da ragazzina amavi tanto, ti calzava perfetto e ti faceva sentire una principessa. Gli anni passano, quel vestito pian piano invecchia, come te, non ti sta più così bene, ma non te lo dice il cuore di chiuderlo in un cassetto. Non ancora. Non sei pronta. E così ogni tanto lo indossi, ti specchi, non capisci se a cambiare sei stata tu o lui, eppure ha ancora quella magia che nessun altro vestito ha mai avuto.  

Anche qui in Thailandia c’è qualcosa che ogni volta sembra cambiare tutto completamente anche se è magari un unico particolare, ma è quel particolare che improvvisamente riempie tutto, oppure svuota tutto. 
Come il thai coffee con il latte condensato, che 8 anni fa trovavo ovunque e poi è scomparso, come se non fosse mai esistito.
O i branchi di cani selvatici che alle volte diventavano addirittura pericolosi, ora sembrano quasi scomparsi e sono invece comparsi diversi ristoranti vegani e scuole di yoga.
O ancora i fisherman pants, i pantaloni thai che tradizionalmente vengono utilizzati dai pescatori (da qui il nome), molto larghi che si adattano ad ogni taglia e ad ogni statura, che prima erano esposti ovunque e quasi non si poteva acquistare altro mentre ora sono stati sostituiti da pantaloni così variopinti da sembrare quasi ipnotici.

...

Uno dei motivi per cui amo così tanto la Thailandia è che quando sono qui l’unica cosa importante sono gli altri. 
Tutti quegli altri che mi circondano.

Il tempo è speso non tanto nell'osservare e vivere i luoghi, per quanto meravigliosi, quanto ad ascoltare le persone, a condividere esperienze, emozioni, paure e sogni. Ecco cosa manca nella vita di ogni giorno, questo contatto vero, semplice, spontaneo. Il tempo di parlare per parlare, per ascoltare, per conoscere davvero... 


... e allora comprendo che quello che ogni volta torno a cercare qui in Thailandia, non è il luogo che anni fa ho visitato e lasciato, ma una persona che qui ho conosciuto, che mi ha sorpresa, che ho amato. Ed è quella persona che ogni volta torno a cercare perché spesso a casa mi dimentico che volto abbia. 

Qui, lasciando andare tutto ciò che credo di dover trattenere per non sentire mancanze ma che in realtà crea solo eco nel vuoto, qui ritrovo quella persona, ne ricordo il nome, ne rivedo il volto...

ed è il mio.




Tratto dal mio libro IL GUSTO DELL'ANIMA - Diario di viaggio e di un Sogno di Georgia Briata:


IL GUSTO DELL'ANIMA - Diario di viaggio e di un sogno di Georgia Briata
Questa è la storia del Risveglio di un'Anima, la mia. Lo scoprire che la vita che facevo non mi apparteneva, i turbamenti, il cercare di comprendere lo scopo della mia esistenza e chi sono veramente. Fino ad arrivare, finalmente, a Realizzare il vero Sogno della mia Anima. Spero che le mie parole siano di conforto quando la fiducia vacilla.
CLICCA qui e vai alla scheda del libro per acquistarlo o saperne di più


GLI ALTRI MIEI LIBRI
RICORDATI CHI SEI ANIMA ANTICA - come onda che ritorna al mare di Georgia Briata
Questa è la storia del viaggio umano che l’Anima antica fa di vita in vita per ricordarsi di Sé. Madre Terra si sta Risvegliando e noi con lei ed è di questo tempo in cui viviamo che il libro parla, del tempo del compimento, ma racconta di mutamenti interiori comuni alle anime risvegliate di tutti i tempi. Questo libro è per te Anima antica, per il coraggio di essere tornata.
Clicca qui e vai alla scheda del libro per acquistarlo o saperne di più.


BASTA IL MARE di Georgia Briata
sensi di colpa e la vergogna che impariamo da bambini ci fanno dimenticare i nostri sogni e il nostro valore. Le parole di questa favola per adulti vogliono aiutarti a ritrovare la strada per la felicità, per l'innocenza e per la libertà di essere te stesso. Ed ancora di più vogliono aiutarti a sognare di nuovo.

Anche in CARTACEO!!!! 
Per acquistarli vai ai link sopra indicati e clicca su COMPRA STAMPA, oppure su www.amazon.it
NOTA: Se non puoi utilizzare internet per effettuare l'acquisto, chiedi alla tua libreria, può reperire i miei libri per te.

Se SEI UNA LIBRERIA e desideri vendere i miei libri nel tuo negozio clicca QUI



Clicca QUI per andare alla pagina Facebook

Per altre info utili vai alla sessione THAILANDIA cliccando sul nome.


Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Nessun commento:

Posta un commento